Scrima: “L’offesa alla scuola è arrivata”

L’offesa alla scuola è arrivata. Dura, cercata, voluta. E’ giunta con un voto di fiducia imposto contro ogni regola di buon senso e di saggezza politica, vista la delicatezza di una materia così complessa, centrale per la vita del Paese e il suo futuro.

Il Governo ha ottenuto la fiducia del Senato, ma ha cocciutamente voluto perdere quella della Scuola. Non ci rassegniamo all’arroganza di chi non ha voluto ascoltare le ragioni di una protesta a cui hanno partecipato, oltre ai lavoratori del settore, anche famiglie, studenti, parti importanti della società civile.

A settembre, con la ripresa delle lezioni, la scuola si troverà ad affrontare il caos per colpa di una riforma destabilizzante che dovrà essere solo contrastata.

Continueremo la nostra battaglia in tutte le sedi, non escluse le aule dei tribunali.

Roma, 25 giugno 2015

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Comunicato unitario di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda Scuola

Scuola: maxi emendamento, l’ennesimo atto di arroganza del governo non fermerà la protesta!

Il dissenso finora espresso in modo massiccio e compatto dalla scuola, attraverso una partecipazione storica allo sciopero unitario che ha visto incrociare le braccia a 618 mila lavoratori, oltre un milione di fiaccole nelle piazze delle città italiane, 10 milioni di post e, non ultima, l’altissima adesione allo sciopero degli scrutini, non si fermerà.I sindacati andranno avanti con tutti gli strumenti di lotta possibili.

Non si illuda il premier che la scuola, complice il periodo estivo, possa alla fine rassegnarsi alla sua decisione. Il prossimo anno scolastico sarà contrassegnato dal caos di scelte organizzative e didattiche improvvide e sbagliate, in cui la voce di protesta si farà sentire ancora più forte e chiara.

Renzi e il Governo sappiano che la scuola non accetta padroni, che esiste una comunità educante fatta di professionalità e competenze che ogni giorno lavora con passione e dedizione, a dispetto di stipendi bassissimi, mancato rinnovo del contratto nazionale e tanta precarietà.

Questi lavoratori formano al valore della conoscenza e della democrazia le giovani generazioni.

La scuola non può tollerare prepotenze e improvvisazioni, ma pretende di essere ascoltata, rispettata e valorizzata.

LEGGI IL COMUNICATO COMPLETO  ComuUnitSuMaxiEmend_24giu_15

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima: è falso che senza riforma non servano le assunzioni!

E’ un falso clamoroso quello che sta diffondendo il premier nel tentativo di “nobilitare” il suo ricatto sulle assunzioni. Non è vero che senza la riforma le assunzioni non servirebbero: non si raccontino frottole, ogni anno vengono assunti, perché la scuola possa funzionare regolarmente, ben più di 100.000 insegnanti precari. Solo quest’anno, più di 130.000. E non sono certo assunti “per girarsi i pollici”, come Renzi sostiene che accadrebbe se non passasse la sua riforma.

Parole senza senso, un messaggio fuorviante, di deliberata e interessata disinformazione.

La verità vera è che le centomila assunzioni sarebbero non soltanto  indispensabili, ma addirittura insufficienti se l’obiettivo fosse più ambizioso di una pur doverosa “stabilizzazione” del lavoro precario. Bisognerebbe anche, per dirla tutta, che l’organico funzionale fosse la risorsa data alle scuole per arricchire l’offerta formativa, mentre la tanto decantata riforma di Renzi lo finalizza prioritariamente alla copertura delle supplenze. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima: «Riforma, sulla consultazione “contrordine compagni”?»

Tre giorni fa l’annuncio nientemeno che di una “conferenza nazionale sulla scuola”, oggi il “contrordine compagni“: sulla legge di riforma il Premier dice di voler “tirare dritto”, portandola ad approvazione in tempi così rapidi da risultare incompatibili con quelli di una consultazione vera. Se poi la conferenza, come riportato sulla stampa, fosse pensata come occasione per spiegarci quello che nel frattempo il governo avrà deciso, non avrebbe per noi alcun interesse né utilità.

Le aperture al confronto, sia pur condite col solito grazioso ricatto sulle 100.000 assunzioni usate per estorcere il consenso su scelte sbagliate, cederebbero dunque il passo a quel decisionismo arrogante con cui si è costruita pezzo dopo pezzo una riforma che l’intero mondo della scuola chiede da tempo di cambiare profondamente.
Un comportamento, quello del Premier, che se fosse confermato suonerebbe come grave mancanza di rispetto alla scuola e all’intero Paese, quello che avrebbe dovuto partecipare a costruire la “Buona Scuola” e che invece ha più volte mostrato di non condividere la legge che il Governo vorrebbe imporgli.
E’ ormai una sequenza infinita quella delle promesse non mantenute, delle parole dette e rimangiate, e se questo avviene da parte di chi ci governa non è un bel contributo alla crescita di fiducia nelle Istituzioni, fortemente legata alla credibilità di chi le rappresenta. In un momento come quello che l’Italia sta vivendo, servirebbero esempi e messaggi di ben altro segno.
Tornando al merito delle questioni che riguardano la legge di riforma, il Governo e il Parlamento hanno ormai abbondante documentazione delle numerose obiezioni, puntuali e argomentate, che da mesi sono rivolte nei confronti del disegno di legge dalla stragrande maggioranza di chi vive o si occupa di scuola.
L’opportunità di aprirsi a un ascolto di queste ragioni e di modificare ciò che nel testo non va, tante volte negata, può essere ancora colta, lasciarla cadere significherebbe allargare in modo forse incolmabile il solco che si è creato fra il mondo della scuola e una politica che continua a remargli contro. Non si cerchi di scaricare su altri responsabilità che toccherebbero per intero al Governo se a settembre la scuola ripartisse senza le risorse che le sono state promesse e con un carico ancora maggiore di disagi e tensioni.

Roma, 19 giugno 2015
Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Cisl Scuola – Stabilizzare i precari è una necessità. Pronti al confronto ma non a finta consultazione.

“Non si possono condizionare le 100.000 assunzioni degli insegnanti all’espressione di un consenso sui contenuti sbagliati del disegno di legge sulla scuola. La stabilizzazione dei rapporti di lavoro è fondamentale per tante persone che da anni lavorano nella scuola e sono indispensabili per il regolare funzionamento”. E’ quanto dichiarano in una nota il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan e il segretario generale della Cisl Scuola, Francesco Scrima. “È davvero singolare chiedere il ritiro di emendamenti per accelerare i tempi di approvazione di una legge.
I tempi che si allungano, infatti, sono la conseguenza e non la causa delle difficoltà che il governo e il parlamento devono affrontare e risolvere: un supplemento di riflessione e di confronto è utile e necessario proprio per questo, per cambiare le tante cose che non vanno in un disegno di legge e trovare soluzioni giuste alle emergenze della scuola. Non risolverebbe, fra l’altro, nemmeno la questione del precariato, se rimanessero esclusi dal piano di assunzioni decine di migliaia di docenti ai quali le 100.00 assunzioni non offrirebbero garanzie nell’immediato né in prospettiva. Sia chiaro, in ogni caso, che 100.000 assunzioni coprirebbero oggi solo in parte il fabbisogno del nostro sistema scolastico, al cui funzionamento concorrono quest’anno in modo decisivo 130.000 contratti a tempo determinato. Ecco perché il governo non ha bisogno di altre motivazioni per rendere stabile il lavoro di cui ha “normalmente” necessità.
Il peccato originale di questa riforma è la presunzione di non dare ascolto a chi lavora nel mondo della scuola, di avviare percorsi di innovazione ignorando il patrimonio prezioso di esperienza, competenza e passione di un intero corpo professionale, che proprio per questo si è reso protagonista di una mobilitazione di intensità e ampiezza straordinarie.
Prenderne finalmente atto sarebbe una scelta ragionevole da parte del Governo, che ci auguriamo non sia smentita nei fatti, come avvenuto troppe volte tra annunci rimasti tali e promesse ripetutamente disattese. La scuola non sopporterebbe infatti una consultazione frettolosa e di facciata. La Cisl ha presentato proposte serie e concrete nelle memorie consegnate in audizione sia alla Camera che al Senato. Da quelle proposte siamo pronti a ripartire se c’è la volontà di aprirsi seriamente a un confronto che rivendichiamo da mesi”.

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

LA MOBILITAZIONE COSTRINGE RENZI A FRENARE SUL DDL SCUOLA!!

Fermo restando che occorre capire bene il significato e la portata delle anticipazioni che stanno circolando sulle intenzioni del premier, se è vero che il governo intende prendersi, sulla riforma della scuola, una pausa di riflessione e di consultazione la notizia non può che ritenersi positiva.

Un supplemento di confronto sarebbe una decisione di grande buon senso, e troverebbe finalmente ascolto una richiesta che andiamo facendo da mesi, convinti che nella costruzione di un processo di riforma il metodo con cui si procede vale tanto quanto i contenuti che si elaborano. Per questo è indispensabile che si tratti di un confronto vero e non di facciata, perché i nodi che abbiamo ripetutamente messo in evidenza non possono essere sciolti con poche battute: una stabilizzazione dei precari che non  crei esclusioni e discriminazioni, una gestione del personale e un governo della scuola che non possono essere affidate ai cosiddetti superpoteri del dirigente, la valutazione del personale che non può vedere coinvolti genitori e studenti, la cancellazione inaccettabile delle prerogative contrattuali nella disciplina del rapporto di lavoro.
Il difetto più grande della proposta governativa è di dare risposte in gran parte sbagliate a problemi sui quali proprio un ascolto più attento del mondo della scuola avrebbe consentito di individuare da subito percorsi di innovazione efficaci e condivisi.
Non c’è dubbio che sulle decisioni del premier abbia pesato l’ampiezza straordinaria di una mobilitazione capace di fare sintesi fra idee, culture, sensibilità diverse ma unite nella difesa di un modello di scuola fondato sulla partecipazione, la collegialità e la democrazia. Ne tenga conto il presidente del consiglio, non pensi di potersela cavare con un passaggio sbrigativo e “mediatico”, che renderebbe ancora più lacerato un  rapporto già fortemente compromesso col mondo della scuola.
Valuteremo unitariamente i contenuti della proposta del governo e le modalità con cui il confronto verrà attuato.

Roma, 16 giugno 2015

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SCANDALOSO COMPORTAMENTO DEL MIUR CHE “SI PORTA AVANTI CON IL LAVORO” DANDO DISPOSIZIONI AGLI USR SU UNA LEGGE CHE NON ESISTE!

Cisl Scuola, Flc Cgil, Uil Scuola, Snals e Gilda – attraverso una nota unitaria di protesta e di ferma denuncia  - hanno richiesto al Miur in data odierna, 8 giugno, un urgente incontro di informativa sindacale al fine di fare chiarezza relativamente all’incontro “riservato” avvenuto mercoledì scorso, 3 giugno, tra i dirigenti dell’amministrazione centrale e i Direttori Regionali avente all’ordine del giorno l’avvio in tutta fretta dei lavori di predisposizione della proposta di organico per l’a.s. 2015/16, in vista dell’attuazione del DDL di riforma della scuola, al momento in discussione presso la 7ª Commissione Permanente del Senato.

Tale lavoro preparatorio, secondo le indicazioni del Miur, dovrebbe vedere coinvolte le scuole che sarebbero chiamate, per il tramite dei collegi, a deliberare al buio stante la mancanza di una norma di riferimento certa.

Cisl Scuola, Flc Cgil, Uil Scuola, Snals e Gilda

ritengono che questo “pre allerta” – volto a organizzare gli atti propedeutici all’attuazione del DDL – sia illegittimo e rischi di gettare scompiglio nelle scuole, oltretutto in uno dei periodi più delicati dell’anno scolastico;

denunciano l’iniziativa – chiedendone al contempo l’immediata sospensione – sia perché irriguardosa dell’autonomia di un ramo del Parlamento sia in quanto intempestiva, illegittima e fonte di inutile disagio per le scuole.    Vai alla nota unitaria sottostante

UnitSuRiunRiservAtMIURsuDDL_8giu_15

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

La riforma non elimina il precariato. La Cisl Scuola scrive alla Commissione Europea.

“Tranquilli, ci pensa la riforma”. Più o meno in questi termini il Governo Italiano si è rivolto alla Commissione Europea, che chiedeva delucidazioni in merito alla denuncia con cui un nostro connazionale lamentava la violazione da parte dello Stato italiano della Direttiva 1999/70 CE, quella che impone di rimediare all’uso reiterato dei contratti a termine stabilizzando i rapporti di lavoro qualora si protraggano per più di tre anni. Ricevuta la denuncia, insieme ad altre dello stesso tenore, la Commissione Europea ha chiesto chiarimenti alle autorità italiane e dalle risposte ottenute ha dedotto che la legge di riforma attualmente in discussione alle Camere consentirebbe di risolvere – in gran parte se non nella totalità – il problema dei precari della scuola, per i quali si prospetterebbe la trasformazione a tempo indeterminato del proprio contratto di lavoro. Così ha scritto la Commissione Europea rispondendo con una propria lettera al cittadino italiano autore della citata denuncia. Ma è di tutta evidenza che le misure attualmente in discussione al Senato produrrebbero uno scenario assai diverso da quello ipotizzato in base ai “chiarimenti” forniti dalle autorità italiane, stante il fatto che sarebbero decine di migliaia, come andiamo da tempo denunciando, i precari con diritto alla stabilizzazione ma non rientranti fra i destinatari del piano assunzionale. Considerato che la Commissione Europea, nella sua risposta, si dice impegnata a seguire con attenzione l’iter del disegno di legge, anche al fine di valutare la necessità di un suo eventuale ulteriore intervento sulla questione, la Cisl Scuola ha ritenuto opportuno inviare alla Commissione stessa una propria nota di precisazioni, nella quale fornisce le informazioni necessarie a mettere in evidenza la realtà dei fatti e a far luce sull’effettiva portata dei provvedimenti in discussione, ben lontani dal dare soluzione definitiva al problema del precariato.

lettera alla Commissione europea

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

VENERDI 5 GIUGNO dalle 20,00 TUTTI IN PIAZZA SS. ANNUNZIATA A FIRENZE!!

Cultura e musica in piazza (2)fiaccolate-5-giugno-2015

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima: “Il Senato ha una grande opportunità, non se la lasci sfuggire”

La commissione “Istruzione” del Senato ha ricevuto oggi un segnale assolutamente inequivocabile: cinque ore di interventi, e tutti di segno negativo per una riforma che non trova il consenso di nessuno e della quale sono stati sviscerati tutti gli aspetti che non vanno. Del resto è ormai abbastanza facile capire quali siano i punti da cambiare in questo disegno di legge, se si vuole rimettere in carreggiata una riforma contro la quale si esprime da settimane l’intero mondo della scuola, con una mobilitazione senza precedenti.
Misure che non danno soluzione ad alcun problema, rischiando invece di crearne molti a una scuola che avrebbe bisogno come non mai di recuperare un minimo di serenità, dopo anni di continui e pesanti disagi. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

ASSEMBLEA NAZIONALE CISL SCUOLA: DOCUMENTO FINALE.

Si è conclusa a Riccione la “tre giorni” di lavori dell’Assemblea Nazionale della Cisl Scuola.

Dopo un ricco e articolato dibattito, imperniato soprattutto sull’attuale delicata fase politico-sindacale imposta dalla discussione parlamentare del disegno di legge governativo di riforma del sistema scolastico (giunto in questi giorni al Senato, dopo l’approvazione, in prima lettura, da parte della Camera), è stato votato dall’assemblea il documento conclusivo in allegato.

AssNaz_Riccione_DocumConcl_27mag_15

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

28 MAGGIO : ASSEMBLEE APERTE ALLA CITTADINANZA IN TUTTA LA PROVINCIA DI FIRENZE!

Si allega volantino riepilogativo delle assemblee aperte alla cittadinanza programmate per giovedì 28 maggio in tutta la provincia di FIRENZE per illustrare la posizione dei sindacati sul DDL “Buona” Scuola.

Incontro pubblico con la cittadinanza

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Per cambiare il ddl sulla scuola decise ulteriori azioni di mobilitazione!

Le Segreterie di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Fgu~ proclamano lo sciopero della prima ora di servizio per tutti gli scrutini in ciascuna delle prime due giornate di svolgimento delle operazioni, le cui date sono individuate in relazione al calendario adottato da ogni singola istituzione scolastica, con esclusione delle classi terminali dei cicli di studio.

comunicato_sciopero_scrutini

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SULLE 100.000 ASSUNZIONI BASTA IPOCRISIE E RICATTI!

Sulle assunzioni basta ipocrisie e ricatti. Non è vero che senza le “innovazioni” contenute nel disegno di legge le 100.000 assunzioni non sarebbero motivate, come afferma il premier: siccome oggi i posti coperti con contratto di lavoro precario – e senza i quali la scuola non potrebbe funzionare – sono più o meno 130.000, centomila assunzioni sarebbero addirittura insufficienti a “eliminare il precariato”, obiettivo dichiarato dallo stesso Renzi quando di assunzioni ne prometteva 150.000.

La verità è che continua il vergognoso ricatto con cui si cerca di estorcere il consenso sul resto di un provvedimento che non risolve le vere emergenze della scuola, anzi le aggrava.

Renzi ha scritto agli insegnanti che la sua riforma non è “prendere o lasciare” e li ha invitati a fare proposte nel merito. Allora apra le orecchie e ascolti quello che gli diremo nelle sedi di confronto concordate nell’incontro di Palazzo Chigi il 12 maggio, che chiediamo di attivare immediatamente: lo ascolti e ne tenga conto, perché sono proposte condivise dall’intero mondo della scuola. Non chieda “senso di responsabilità” a chi ne dimostra ogni giorno tantissima mandando avanti la scuola col suo lavoro: sia lui per primo a mostrarsi responsabile nel toccare temi che non si affrontano con arroganza e pressappochismo.

Roma, 16 maggio 2015

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

IL MOVIMENTO SINDACALE RESTA UNITO E COMPATTO: LA MOBILITAZIONE CONTINUA!

In concomitanza con la discussione alla Camera del DDL sulla “Buona Scuola” le organizzazioni sindacali regionali della scuola organizzano

MARTEDI’ 19 MAGGIO 2015

DALLE 17 ALLE 19

PRESIDIO REGIONALE DAVANTI ALLA PREFETTURA

FIRENZE VIA CAVOUR 1

volantino presidio regionale unitario 19 maggio 2015 (1)

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Non basta scrivere lettere per praticare il confronto!!

Il premier scrive agli insegnanti e chiude così la sua lettera: “Il nostro progetto non è prendere o lasciare e siamo pronti a discutere. Ma facciamolo nel merito, senza la paura di cambiare”. Proprio da quelle affermazioni vogliamo partire, ponendo una questione di metodo non irrilevante, prima di entrare, come viene chiesto ai destinatari della missiva, nel merito.

Nel metodo

Con quali tempi e in quali sedi il governo intende condurre il confronto che sta sollecitando? Nei giorni che restano prima dell’approvazione del provvedimento di legge su cui stanno discutendo le Camere? Se i tempi sono questi, è difficile ritenerli sufficienti. Ancor più se lo strumento attraverso cui si dialoga è uno scambio epistolare che coinvolge grosso modo 750.000 persone (escludendone peraltro almeno 250.000 che non sono insegnanti ma che partecipano anch’essi, col loro lavoro, a mandare avanti ogni giorno la nostra scuola). In gioco c’è qualcosa di più della praticabilità di questa “apertura di dialogo”, c’è la sua credibilità. Ci auguriamo che il premier ne sia consapevole.

Per l’ennesima volta, il tema sotteso e sostanzialmente eluso è la funzione dei soggetti di rappresentanza professionale e sociale, che la Carta Costituzionale riconosce come trama essenziale del tessuto democratico ma che il governo non ha voluto fin qui considerare, se non marginalmente, come interlocutori con cui dialogare nella costruzione del suo progetto di riforma. Nonostante la solenne affermazione secondo cui “per fare la Buona Scuola … ci vuole un Paese intero”.  Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima a Boschi: problema non e’ strapotere sindacale, ma errori del governo

Le dichiarazioni della ministra Boschi, secondo la quale bisogna “togliere la scuola dalle mani dei sindacati” fanno letteralmente cascare le braccia. Battute stantie, che denotano scarsa fantasia e scarsissima conoscenza della realtà della scuola, e della realtà tout-court, se si pensa che siamo senza rinnovo contrattuale, come tutto il lavoro pubblico, da ben sette anni.

Lo sciopero e le manifestazioni del 5 maggio hanno detto in modo inequivocabile che il problema della scuola non sono i sindacati, ma le scelte sbagliate di un governo che non a caso, dopo un diluvio di belle parole e di promesse che dura da mesi, riceve la più sonora e corale dimostrazione di dissenso mai vista nella storia. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

ORA SERVE UN DIALOGO…VERO!

Si allega il comunicato diffuso unitariamente in cui si annuncia l’invio di una richiesta di incontro rivolta ai presidenti delle Commissioni Istruzione, ai presidenti di Camera e Senato e al Presidente del Consiglio.

COM UNIT richiesta incontro 060515

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SCUOLE CHIUSE E PARTECIPAZIONE OCEANICA AI CORTEI: ORA IL GOVERNO CI CONVOCHI!

foto Roma

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima: altro che “minoranza chiassosa”, la scuola costruisce il futuro del Paese

Secondo il sottosegretario Faraone i sindacati starebbero cavalcando paure da essi stessi costruite. Minoranza chiassosa, ci definisce. Si faccia un giro nelle scuole e si renderà conto di come stanno realmente le cose, di quanta “fiducia e speranza” stiano suscitando le proposte del governo non solo fra i lavoratori, ma anche fra le famiglie e gli studenti. Lo hanno colpito, afferma, i sondaggi da cui emerge che solo il 2% degli italiani conosce la riforma. Ma come, il governo non aveva consultato “il Paese intero”, vantando più di due milioni di contatti sulla tanto sbandierata piattaforma on line?

La verità è che questo governo oscilla paurosamente tra il pressapochismo e l’arroganza, e le dichiarazioni di Faraone ne sono soltanto l’ultima dimostrazione. Come già in precedenza ha fatto il suo premier, anche Faraone usa in modo intimidatorio l’argomento delle 100.000 assunzioni (ma non dovevano essere 150.000?) che il nostro sciopero, a suo dire, metterebbe a rischio. Incapace di dialogo, preferisce il ricatto. Basterebbe questo a motivare ampiamente un dissenso che riguarda non solo il merito di buona parte delle proposte contenute nel disegno di legge, ma anche il metodo che il governo ha scelto, di sistematico rifiuto del confronto e del dialogo sociale. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

ASSENZE PER VISITE SPECIALISTICHE: IL TAR LAZIO ANNULLA LA CIRCOLARE N.2 DELLA FUNZIONE PUBBLICA.

ASSENZE PER VISITE SPECIALISTICHE: IL TAR LAZIO ANNULLA LA CIRCOLARE N.2 DELLA FUNZIONE PUBBLICA.
Il TAR del Lazio con la sentenza 5714 pubblicata in data 17 aprile 2015 ha annullato la Circolare Ministeriale 2/2014 adottata dalla Funzione Pubblica sulle assenze per visite specialistiche e ha affermato che l’Amministrazione non può emanare una circolare ministeriale per cambiare unilateralmente quanto stabilisce e regola il contratto.
Come si ricorderà, in merito alle assenze per visite specialistiche, avevamo ampiamente argomentato e motivato la nostra posizione affermando che la modifica apportata dal D.L. 101/2013 al comma 5-ter dell’art. 55-septies del Dlgs 165/2001, che ha previsto l’inserimento del concetto di “permesso” e di “giustificazione dell’orario”, non ha snaturato l’istituto dell’assenza per malattia per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici, tanto è vero che  l’art. 55-septies continua ad essere rubricato “controlli sulle assenze”.
Tuttavia, alcune amministrazioni scolastiche, avevano recepito la circolare n. 2 ed applicato la norma in maniera errata, limitando il diritto alla tutela della salute dei dipendenti del comparto scuola.

Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima: sulla scuola Renzi ha molto da imparare e ben poco da insegnare

Il premier Renzi dichiara che lo sciopero della scuola “fa ridere”: incapace di comprenderne le ragioni, con quella battuta conferma soltanto la sua superficialità, la sua presunzione e la sua scarsa conoscenza di una realtà, quella della scuola, su cui ha molto da imparare e ben poco da insegnare. Si può ben comprendere come gli serva “un’intensa campagna di comunicazione” per far capire cosa prevede il suo progetto, tante sono state, in questi mesi, le versioni che ne ha proposto: ogni volta diverse, spesso stravaganti, sempre ugualmente lontane da ciò che servirebbe davvero alla scuola per cambiare in meglio.
Oggi il disegno di legge è lì, nero su bianco, a dirci quali e quante attese siano state prima suscitate e poi frustrate, a partire da un tema drammatico come quello del precariato; quanti problemi siano stati disattesi e quanti posti malamente, mettendo a grave rischio l’idea di scuola come comunità che insieme condivide la responsabilità di un progetto educativo. E’ proprio in nome di famiglie e studenti che noi vogliamo una scuola in cui si assuma come criterio e valore di fondo quello della cooperazione e non quello della competizione.
Non c’è bisogno che il premier ci ricordi a chi appartiene la scuola: stia attento lui, piuttosto, a non dimenticare che la scuola vera la fanno ogni giorno, con passione, competenza e impegno, le persone che ci lavorano, tra mille problemi e difficoltà cui rischiano di aggiungersi quelle derivanti da provvedimenti decisi senza la scuola e contro la scuola.

Roma, 20 aprile 2015

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

RICORSO CISL SCUOLA FIRENZE 36 MESI: SENTENZA TRIBUNALE FIRENZE

COMUNICATO CISL SCUOLA

Pubblicate le prime due sentenze del Tribunale di Firenze – Giudice del lavoro- con cui sono stati decisi due  ricorsi collettivi patrocinati dall’Avv. Nicola Da Settimo per la Cisl scuola di Firenze.

I ricorsi, presentati nel 2011, sono andati in decisione dopo la sentenza della Corte Europea del novembre 2014, che ha ritenuto l’illegittimità della  reiterazione dei contratti a tempo determinato del personale della scuola. Il Giudice, Dott.ssa Rizzo,  ha ritenuto, in particolare, illegittima la reiterazione dei contratti a tempo determinato oltre i 36 mesi e ha conseguentemente condannato il MIUR a risarcire il danno, commisurandolo in funzione della gravità della violazione e della avvenuta assunzione o meno a tempo indeterminato. Per i ricorrenti tuttora non stabilizzati, il danno è stato attribuito nella misura di ben 15 mensilità dell’ultimo stipendio globale in godimento. Inoltre il Giudice ha liquidato gli arretrati per scatti di anzianità.

Si ricorda ai ricorrenti che devono rinnovare immediatamente l’iscrizione alla Cisl scuola, qualora non fossero  già in regola con la stessa, perché, come previsto dalla convenzione sottoscritta al momento dell’adesione al ricorso (cfr. punto VI e punto VIII*), lo status di iscritto garantisce la determinazione delle spese spettanti al legale secondo una percentuale della somma che sarà percepita e non in base alle normali tariffe professionali.

Vai alle sentenze      SENTENZA 4297 (2)   SENTENZA 4545 (2)

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale Docente, Precari | Commenti disabilitati

INSERIMENTO NELLE GAE DEI DIPLOMATI MAGISTRALI: IL CONSIGLIO DI STATO ACCOGLIE IL RICORSO

A seguito di ricorsi presentati da alcuni diplomati magistrali in occasione dell’ultimo aggiornamento GAE, disposto con D.M. 235 del 2014, il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 1973, depositata il 16 aprile 2015, ha riconosciuto, accogliendo il loro appello contro una sentenza negativa del TAR del Lazio, il diritto dei ricorrenti all’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento.

Come si ricorderà, la questione del riconoscimento del diploma magistrale ai fini abilitanti è stata definita in via di contenzioso, con il DPR del 25 marzo 2014 (di accoglimento di un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica ) nel quale era stato formalizzato il Parere del Consiglio di Stato 5 giugno 2013,Sezione II, che ha riconosciuto, a tutti gli effetti di legge, il valore abilitante del diploma magistrale ai sensi del D.M 10 marzo 1997.
Il Parere del 5 giugno 2013 dichiarava il diritto dei diplomati non tanto ad inserirsi nelle GAE, possibilità in quel momento preclusa per decorrenza dei termini di impugnativa del provvedimento ministeriale sull’aggiornamento delle graduatorie (GAE chiuse a nuove integrazioni, con possibilità di solo aggiornamento – legge 296/2006 ), bensì ad inserirsi nella II fascia delle graduatorie di Istituto e a tal fine annullava il D.M 62/2011 che prevedeva solo l’inserimento nella III fascia di istituto (personale privo di abilitazione ).
Conseguentemente il MIUR , in occasione dell’aggiornamento delle graduatorie di istituto del 2014 aveva previsto l’inserimento dei diplomati magistrali nella II fascia di istituto.

Con la recente sentenza, di cui si allega il testo, il Consiglio di Stato, Sezione VI , ha chiarito che il diploma magistrale, pur essendo stato riconosciuto dal MIUR quale titolo abilitante solo nel 2014, era già in possesso dei ricorrenti al momento dell’entrata in vigore della legge 296 del 2006, ed ha quindi dichiarato illegittima l’esclusione dalle GAE (graduatorie ex permanenti trasformate dalla 296/2006 in graduatorie ad esaurimento ).
Testualmente la sentenza dichiara infatti,  che l’unica ragione per cui gli attuali appellanti non sono inseriti nelle GAE è da ravvisarsi nel fatto che in precedenza il MIUR non aveva riconosciuto il diploma magistrale come titolo abilitante”, con ciò ritenendo comunque tempestiva la domanda giudiziale.

In conclusione, il Collegio, accogliendo l’appello dei ricorrenti,  ha annullato il D.M. 235 del 2014 nella parte in cui il MIUR, disponendo il nuovo aggiornamento delle GAE, non ha previsto la possibilità per i diplomati magistrali entro il 2000/2001 di chiedere l’inserimento nella III fascia
La sentenza, a nostro avviso, potrebbe avere come conseguenza la necessità di riaprire i termini per l’aggiornamento delle attuali GAE di infanzia e primaria. E ciò non soltanto nei confronti dei ricorrenti ma di tutti i soggetti in possesso del diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002.

Questa eventualità avrebbe evidenti ripercussioni sul piano di assunzioni previsto dal DDL 2994, attualmente in discussione presso la Camera dei deputati relativamente alla graduatoria da utilizzare per le nomine.

CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

LA CISL SCUOLA IN AUDIZIONE ALLA CAMERA SUL DDL BUONA SCUOLA.

La Cisl Scuola ha presentato e illustrato una specifica “memoria” (vedi allegato) con la quale – nel ribadire l’assenza di un reale confronto col mondo della scuola e con le sue rappresentanze – sono riproposte le puntuali e articolate richieste di modifica al testo del provvedimento e segnalate le misure che è indispensabile assumere in tempi rapidi, a partire dall’ancora incerto (nelle modalità e nei numeri) piano assunzionale.

Deputati e senatori dei diversi partiti politici hanno ascoltato con attenzione le osservazioni e le critiche, intervenendo successivamente a loro volta. I rappresentanti dei gruppi parlamentari hanno in gran parte accolte e fatte proprie le considerazioni esposte dalle organizzazioni sindacali.

DdlScuola_MemoriaCisl_7apr_15

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SCRIMA: POLETTI PENSI A RIDURRE LE VACANZE DEI….DISOCCUPATI!!

Secondo il ministro Poletti i nostri ragazzi fanno troppe vacanze, sarebbe meglio che ne impiegassero una parte a lavorare. Possiamo perdonargli, con uno sforzo di generosità, la scarsa conoscenza di quanto accade nella nostra scuola, dove gli alunni fanno più o meno la stessa quantità di vacanze dei loro coetanei di altri paesi. Magari con scansioni differenti, che tengono conto di fattori diversi (soprattutto dei ritmi del sistema produttivo), ma sostanzialmente equivalenti in termini di quantità. Si rassicuri il ministro Poletti, non è una scuola vacanzaiola la nostra. Ciò che invece ci sembra davvero imperdonabile, per un ministro del lavoro, è la seconda parte della sua esternazione: come può pensare che sia facile, al giorno d’oggi, per ragazzi di quell’età, trovare un lavoro – ci auguriamo si intenda lavoro regolare – di cui fare esperienza? Fosse anche solo per spostare le mitiche cassette di frutta al mercato? Sa quanti sono i ragazzi che non avrebbero certo bisogno del suo incitamento per cercare una piccola occupazione durante i periodi di vacanza scolastica? Pesano purtroppo su di loro, anche se meno drammaticamente, le stesse difficoltà con cui fanno duramente i conti le generazioni più adulte, a causa di una mancanza di lavoro che è la prima emergenza in assoluto da affrontare. Piuttosto che immaginare “lavoretti” per i figli, si faccia di tutto perché siano i padri disoccupati a ritrovare un lavoro: è la loro, infatti, la “vacanza” di cui preoccuparsi, questa sì tante volte troppo lunga e troppo amara.

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SCUOLA DELL’INFANZIA: ORGANICO FUNZIONALE ED ASSUNZIONI..ADESSO!

LEGGI IL COMUNICATO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE PER LE POLITICHE DELL’INFANZIA E DELLA SUA SCUOLA A COMMENTO DELLE  INACCETTABILI PROPOSTE CONTENUTE NELLA BOZZA DI DDL ” LA BUONA SCUOLA”  RELATIVE ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA.

CoordNazInf_19mar_15

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

DARE STABILITA’ AL LAVORO: PRECARI IN PIAZZA IL 25 A ROMA!

SCARICA E DIFFONDI LA LOCANDINA DELL’INIZIATIVA UNITARIA DEL 25 MARZO A ROMA!

VOLANTINO  25marzo

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima: ddl scuola, cambiare verso con l’ascolto e il confronto

Piuttosto confusa e approssimativa, nonostante la solita facondia espositiva e le inevitabili slides, la presentazione del disegno di legge sulla scuola fatta oggi dal premier. Evidentemente la materia gli è un po’ ostica. Attendiamo dunque di leggere il testo per una valutazione più puntuale.
Ci pare comunque notevole la distanza da quanto contenuto nel rapporto Buona Scuola: e meno male. Evidente la correzione di rotta sulle carriere dei docenti. Si prende finalmente atto che le loro retribuzioni, già oggi in forte sofferenza, non possono subire altre decurtazioni, come avverrebbe modificando la progressione per anzianità, unico fattore di difesa del loro potere d’acquisto. Lo ripetiamo da mesi, bene riscontrare finalmente un minimo di ascolto.
Sul versante assunzioni, pilastro portante dell’intero progetto Buona Scuola, apprendiamo che le tanto sbandierate 150.000 assunzioni si riducono a circa 100.000. Esclusi dalla stabilizzazione i tanti precari con anni di servizio, ma non presenti nelle GAE. E questo nonostante gli obblighi posti dalla normativa europea e dalla sentenza della Corte di Giustizia.
Addirittura inquietante la vaghezza degli accenni a temi di straordinaria delicatezza, come le modalità di assunzione del personale, del suo utilizzo e della sua valutazione, con una visione a dir poco disinvolta della figura e del ruolo del dirigente scolastico; la scuola dell’autonomia non ha certo bisogno di presidi sindaco, né tanto meno di presidi amministratore unico, quando risulta decisiva ai fini della qualità dell’offerta formativa la gestione condivisa e partecipata di tutte le componenti che operano nella comunità scolastica. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

DOCUMENTO UNITARIO CISL CGIL UIL SNALS GILDA sulla mobilitazione dei lavoratori scuola: blocco di tutte le attivita’ aggiuntive!

CGIL SCUOLA

CONTRATTO, STABILIZZAZIONE DEI PRECARI, INVESTIMENTI

I temi della protesta del mondo della scuola
Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal, Gilda Fgu: dal 20 marzo grande mobilitazione per avere risultati concreti!!

documento unitario 9 marzo 2015

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima: stabilizzare i precari è la vera urgenza.

Dopo l’ennesima fumata nera sui provvedimenti per la scuola, si può vedere quali frutti sta dando la presunzione del governo di fare tutto da solo: il nulla più totale. Incapace di trovare soluzioni ai problemi, il tanto sbandierato decisionismo sta solo causando un pericoloso allungamento dei tempi su questioni che, affrontate nel modo giusto, potevano essere già risolte da tempo. Invece da settembre è stato solo un susseguirsi di annunci, slogan, consultazioni ad alto tasso coreografico ma povere di sostanza; e mentre si alimentavano a dismisura le attese di soluzioni sul versante del precariato, si è continuato a eludere i problemi su cui chiedevamo di porre la dovuta attenzione. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

NO AD INTERVENTI PER DECRETO LEGGE SUGLI STIPENDI DELLA SCUOLA!

Quando la presentazione di un progetto viene rinviata, i motivi possono essere due: serve un sovrappiù di riflessione o ci sono difficoltà impreviste. Se nel caso dei provvedimenti sulla scuola il motivo fosse il primo, ne saremmo lieti, anche se la pausa necessaria sarebbe ben più lunga di qualche giorno.
Se invece, come è più probabile, la ragione vera fosse la seconda, si avrebbe conferma di quanto dice da tempo chiunque conosca davvero la scuola e la complessità dei suoi problemi. Sulle assunzioni, far quadrare il cerchio, tra promesse più o meno avventate, le attese che queste hanno alimentato e quelle che finora non vedono risposta e devono averla, è in effetti impresa ardua e si rischia seriamente, se si procede solo per spot più o meno ad effetto, di creare più ingiustizie di quelle che si dovrebbero sanare.
Sulle carriere dei docenti, dove il progetto del governo è di introdurre una meritocrazia a costo zero, si sta facendo ogni giorno più evidente che l’operazione comporterebbe in termini generali un abbassamento delle già magre retribuzioni degli insegnanti. Con una manomissione del loro contratto che ovviamente respingiamo e che consideriamo del tutto illegittima.
Qualora il governo confermasse di intervenire per legge su questa materia, non potremmo che reagire duramente; se poi si volesse addirittura inserire il tema carriere in un decreto legge, non potremmo non chiederci, e non chiedere, quali ragioni di necessità e urgenza si possano invocare, dopo che la sede giusta per discutere e decidere di retribuzioni è stata resa inagibile dal blocco dei rinnovi contrattuali confermato anche dal governo Renzi.
In splendida continuità, va detto, con la peggior tradizione dei governi che l’hanno preceduto.

CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SUGLI SCATTI DI ANZIANITA’ BASTA BUGIE E MISTIFICAZIONI!

Si mistifica la realtà quando si afferma, come accade anche oggi su qualche giornale, che “per pagare gli scatti di anzianità si sono prosciugate le risorse per le attività a favore degli studenti”. Si mistifica la realtà e si scarica sui lavoratori e su chi li rappresenta una colpa che non hanno, assolvendo i veri colpevoli, cioè i governi che hanno “rapinato” le retribuzioni del personale, colpendo l’unico elemento che finora faticosamente le protegge e impedisce che gli stipendi diventino ancor più inadeguati rispetto all’importanza e alla complessità del lavoro nella scuola.
Si impone pertanto una precisazione: le risorse per il miglioramento dell’offerta formativa sono a tutti gli effetti salario dei lavoratori, come lo sono gli scatti di anzianità. Ambedue le voci salariali sono infatti disciplinate dal contratto di lavoro. Gli accordi con cui i sindacati, la Cisl Scuola tra questi, hanno deciso di dirottare sul salario fondamentale una parte del salario accessorio, sono stati la risposta obbligata a un depauperamento delle retribuzioni di tutti, una risposta data non “rubando” risorse altrui, ma semplicemente utilizzando quote di salario di propria competenza per far fronte a un’emergenza certamente non causata dal sindacato.
È a dir poco strana la pretesa che siano i lavoratori, autotassando i propri stipendi già magri, a dover finanziare i fondi per le attività aggiuntive! Ci pensino governo e parlamento, sempre così pronti a riempirsi la bocca di affermazioni solenni sul valore del lavoro nella scuola, sempre così assenti quando si tratta di dare seguito alle loro parole con scelte coerenti e concrete. Tocca a loro rifinanziare il fondo attraverso le necessarie scelte di investimento. Si smetta di chiamare in causa a sproposito i nostri accordi, è un gioco al quale non possiamo stare, è un gioco che deve finire. Responsabilità e colpe siano date a chi se le merita, basta bugie e mistificazioni.

Roma, 24 febbraio 2014

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

LA BUONA SCUOLA DI RENZI ? UNA COLOSSALE PRESA IN GIRO!

Ogni giorno che passa appare sempre più chiaro che la proposta del governo sulla scuola è una colossale presa in giro. Nessuna soluzione vera per i precari: un premier illusionista vuol far credere che li assumerà tutti, in realtà decine di migliaia rischiano di perdere il lavoro che svolgono, precariamente, da anni. Per loro sarà proprio vero che se la scuola cambia, cambierà la loro vita: sicuramente non in meglio.

E dopo tante promesse di riscattarli da una condizione retributiva mortificante, ecco il bel regalo agli insegnanti, le nuove carriere finanziate con lo scippo degli attuali stipendi in nome di una meritocrazia di facciata. Gli scatti di anzianità sono stati l’unico fattore di parziale difesa salariale per chi lavora nella scuola: toglierli ha un solo risultato, diminuire seccamente le retribuzioni, già oggi tra le più basse d’Europa.

La presunzione di un governo che sistematicamente rifiuta il confronto vero col mondo della scuola, sostituendolo con sondaggi e spot a valenza esclusivamente mediatica rischia di produrre ulteriori danni al nostro sistema scolastico, che in questi anni ne ha già subito troppi.

La scuola è una cosa seria, non la si trasformi in un palcoscenico per esibizionismi privi di senso e di valore.

Francesco Scrima Segretario generale Cisl Scuola

Roma, 22 febbraio 2015

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

ELEZIONI RSU 3-4-5 MARZO : VOTA LA LISTA CISL SCUOLA!!

r_31210bd47c

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SOMMINISTRAZIONE FARMACI A SCUOLA: FACCIAMO IL PUNTO.

Il giorno 20 febbraio 2015 si è svolta nei locali della Regione Toscana una
riunione alla presenza dell’Assessore Emmanuele Bobbio (Scuola Formazione
Università e Ricerca) avente per odg “Somministrazione farmaci salvavita nelle scuole” .

All’incontro erano presenti Cisl Scuola – Flc CGIL – Gilda – Snals ,
sia con rappresentanti regionali che del territorio fiorentino. Al tavolo anche
assessori di altri comuni della cintura fiorentina e rappresentanti della
Regione e dell’Ufficio Scolastico. L’Assessore Bobbio ha presentato una
proposta di collaborazione fra lavoratori della scuola e delle strutture
sanitarie, sollecitando una risposta alle pressanti richieste di
somministrazione di farmaci salvavita in alcune situazioni di criticità
presenti nelle scuole.

Le OOSS hanno ribadito che, al di là di una ampia e
sincera comprensione della gravità del problema, nulla si può fare senza la
disponibilità totale e volontaria del lavoratore. Non esiste infatti alcuna
norma contrattuale che imponga, in qualche modo, l’adempimento di una funzione che richiede perizia e competenza non previste nella formazione dei lavoratori scolastici.

Dopo lungo e acceso dibattito si è pervenuti ad una proposta
finale, da redigere e rivedere in un prossimo incontro, i cui contenuti, sempre
partendo dalla libera adesione del lavoratore, saranno focalizzati su alcuni
punti specifici: stima numerica dei casi presenti, prospettive di formazione
dei lavoratori disponibili, stesura di un protocollo terapeutico concordato, DS
soggetto incaricato dell’attuazione delle procedure. Si sono ipotizzate inoltre
soluzioni alternative alla collaborazione della scuola, con operatori di
provenienza sanitaria.

Il Segretario Territoriale FI – PO
Antonella Velani

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima: organici ATA, 2000 senza lavoro. E’ questo il segno del cambiamento?

“La scuola che cambia, cambia l’Italia”: è il titolo suggestivo di un’iniziativa del partito del premier, ma per il momento l’unico cambiamento lo avrà la vita di 2.000 lavoratori della scuola (1000 collaboratori scolastici e altrettanti assistenti amministrativi) che grazie ai tagli previsti dalla legge di stabilità resteranno da settembre senza lavoro. È quello che scaturisce dall’incontro di oggi al MIUR sugli organici ATA del prossimo anno scolastico, e non è certo un buon viatico per gli imminenti annunci di provvedimenti sulla scuola. E dire che l’organico ATA si dimostra già oggi del tutto insufficiente, tant’è vero che è stato necessario incrementarlo di circa 5.000 posti perché le scuole potessero funzionare regolarmente. Ci vuol poco a capire che se rimarranno i tagli annunciati, ne faranno le spese il tempo scuola e la qualità dell’offerta formativa.
I precari ATA sarebbero costretti, ci dice il Ministero, a lasciare il posto ai dipendenti in esubero delle province. È una scelta che non esitiamo a definire aberrante, perché non è certo togliendolo ad altri che si può pensare di difendere il lavoro tagliato con scelte di cosiddetta “razionalizzazione”, improvvisate e demagogiche.
La perdita del lavoro è la sorte cui potrebbero andare incontro anche decine di migliaia di docenti precari, se il piano di assunzioni verrà attuato con i criteri del rapporto Buona Scuola. Proprio per cambiare questi criteri, per avere garanzie di stabilizzazione del lavoro precario, per evitare che altre persone passino dalla precarietà alla disoccupazione manifesteremo davanti al MIUR il 17 febbraio
Dall’incontro del 16 febbraio con la ministra Giannini ci attendiamo chiarimenti ma soprattutto qualche indispensabile segnale di ripensamento e di cambio di rotta, perché quella imboccata è una rotta di collisione con le ragioni vere del lavoro e della scuola.

Roma, 11 febbraio 2015
Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

COMUNICATO CISL SCUOLA – FLC CGIL – UIL SCUOLA .

IL 17 FEBBRAIO PRESIDIO UNITARIO DAVANTI AL MIUR A ROMA! 

Il rapporto di lavoro si regola per contratto, non per decreto. LEGGI  il comunicato unitario .

comunicato_unitario_050215

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

APERTURA NUOVI SPAZI E NUOVA SEDE DI CONSULENZA CISL SCUOLA FIRENZE PRATO!

ATTENZIONE !!!

NUOVI SPAZI DI CONSULENZA DELLA CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO!

Vi informiamo che, a partire dal mese di febbraio, in aggiunta agli orari già previsti, i nostri consulenti saranno disponibili anche presso:

Firenze Sud – nuova sede Cisl Via dell’ Arcolaio 41/43 – tutti i lunedì pomeriggio dalle 15 alle 17.30

Prato – Via della Pallacorda – tutti i mercoledì  pomeriggio dalle 16 alle 18

La Segreteria FI-Po

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Comunicato Stampa . Contro il blocco dei contratti chiediamo l’intervento della Corte Costituzionale . Cisl Lavoro Pubblico: “Governo pessimo datore di lavoro”

“Le federazioni della Cisl Lavoro Pubblico hanno depositato il ricorso sul blocco dei contratti nel pubblico impiego”. Ad annunciarlo è Francesco Scrima, coordinatore della Cisl Lavoro pubblico. La procedura – precisa – è stata avviata “presso il Tribunale di Roma affinché il medesimo Tribunale sollevi di fronte alla Corte Costituzionale la questione di legittimità in merito al decreto legge n. 78/2010 convertito in legge n. 122/2010. Una norma prorogata per il sesto anno dalla legge di stabilità e che incide pesantemente sulla condizione salariale dei dipendenti pubblici”.

“La discriminazione e le penalizzazioni cui il Governo Renzi sta continuando a sottoporre il lavoro pubblico – aggiunge Scrima – lo connota come un pessimo datore di lavoro: non solo persevera nella politica dei tagli lineari, senza fare riorganizzazione degna del nome, ma continua a scaricare sui lavoratori la sua incapacità di mettere un freno alla spesa pubblica. Lo dimostra il fatto che la spesa aumenta nonostante siano diminuiti sia i lavoratori occupati (meno 300.000), sia i loro stipendi. Ora, bloccando ancora una volta i contratti, chiude la porta sia al diritto dei dipendenti pubblici ad un rinnovo che aspettano da quasi sei anni, sia all’unica leva efficace di innovazione”.
“La Consulta in passato si è già pronunciata dichiarando l’ammissibilità di misure simili solo in chiave emergenziale e in modo circoscritto nel tempo. E comunque garantendo criteri di proporzionalità e ragionevolezza, nel rispetto del principio di eguaglianza sancito dall’art.3 della Costituzione” spiega il coordinatore dei settori pubblici Cisl. “E’ inaccettabile che queste misure si dilatino, fino a diventare strutturali, solo perché i vari governi avvicendatisi in questi anni non sono mai stati in grado di proporre un progetto credibile e hanno sempre avuto bisogno di strumentalizzare le comprensibili attese dei cittadini a danno di chi, in prima linea, fa funzionare i servizi pubblici con impegno, fatica e senza riconoscimenti”
“Con lo sciopero di lunedì 1° dicembre e con iniziative come questa – conclude Scrima – mandiamo al Governo un segnale chiaro: diciamo no ad un nuovo blocco dei contratti. Perché contrario agli interessi dei lavoratori, che chiedono un giusto sostegno ai salari, e a quelli dei cittadini, che vogliono più produttività e più qualità nei servizi pubblici”.

Roma, 28 novembre 2014

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Pa, i sindacati incontrano il governo. Scrima (Cisl Lavoro pubblico): “Nessuna apertura sulle risorse per i contratti, proclameremo lo stato di agitazione”

Si è svolto ieri sera l’incontro tra sindacati e governo in merito ai contratti del pubblico impiego, fermi da 6 anni, e alla riforma della Pa.

La Cisl Lavoro pubblico ha ribadito al tavolo le richieste portate in piazza lo scorso 8 novembre a Roma da 100 mila lavoratori dei servizi pubblici: apertura della contrattazione nazionale e risorse per i contratti del pubblico, rilancio della contrattazione integrativa, riorganizzazione vera delle amministrazioni pubbliche, del sistema scolastico e formativo e dei corpi dello Stato, valorizzazione delle professionalità.

Nonostante i nostri sforzi, dal Governo non è arrivata alcuna apertura significativa. Per questo motivo le categorie del lavoro pubblico Cisl proclameranno lo stato di agitazione e intensificheranno la mobilitazione per il rinnovo del contratto.

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

TFA DI SOSTEGNO UNIFI : SCADENZA DOMANDE 12 DICEMBRE!

E’ stato pubblicato dalla Universita’ di Firenze il bando per i corsi per il sostegno A.A. 2014/2015 (42 posti Scuola dell’Infanzia, 42 posti Scuola Primaria, 42 posti Scuola Secondaria di 1° grado, 42 posti Scuola Secondaria di 2° grado).

I corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del Decreto Ministeriale 10 settembre 2010, n. 249, sono percorsi riservati ai docenti in possesso dell’abilitazione all’insegnamento istituiti dalle università ai sensi del Decreto Ministeriale 30 settembre 2011 (pdf)

Decreto Ministeriale 16 maggio 2014 n. 312  recante all’art. 2 “Percorsi formativi ai sensi dell’articolo 13 del D.M. 249/2010″.

 Per informazioni : vai al link sottostante

vp-9876-corsi-di-specializzazione-per-il-sostegno

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SULLO SCIOPERO UN’INDISPENSABILE OPERAZIONE VERITA’

La proclamazione, da parte della sola CGIL, di uno sciopero generale per il giorno 5 dicembre è intervenuta nel momento in cui erano in corso, da parte della CISL Scuola, contatti con tutte le altre sigle sindacali di categoria firmatarie del CCNL (Flc Cgil, Uil Scuola, Snals e Gilda) per procedere all’avvio delle procedure (proclamazione dello stato di agitazione, richiesta di tentativo di conciliazione) prescritte dalla legge come atti preliminari obbligatori prima della proclamazione dello sciopero e della relativa data di svolgimento. Analogamente e nello stesso tempo si stavano attivando i contatti fra le altre federazioni del lavoro pubblico.
Il percorso delineato si sviluppava in piena coerenza con la mobilitazione sfociata nella manifestazione dell’8 novembre, per chiedere il rinnovo del contratto, previo stanziamento delle risorse necessarie nella legge di stabilità. Per il nostro comparto, i contatti in corso erano anche serviti a estendere l’arco delle sigle (Flc CGIL compresa) promotrici della mobilitazione, facendo sì che vi prendessero parte anche quelle organizzazioni (Snals e Gilda) non coinvolte nell’iniziativa dell’8 novembre. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Grazie alla mobilitazione dei lavoratori pubblici il governo apre ai sindacati. Cisl Lavoro pubblico: “Il 17 novembre chiederemo tavolo sui contratti e risorse per rinnovi. O daremo battaglia”

“Grazie alla nostra mobilitazione ora il governo comincia a sentirci”, così Francesco Scrima, coordinatore di Cisl Lavoro pubblico, dopo la notizia della convocazione da parte dell’esecutivo. “Lunedì chiederemo il tavolo sui rinnovi e le risorse per i contratti, o siamo pronti a dare battaglia”.

“L’incontro convocato per lunedì 17 a Palazzo Chigi è solo il primo esito delle pressioni messe in atto nelle ultime settimane e della grande riuscita della manifestazione dell’8 novembre. Una grande manifestazione unitaria – prosegue Scrima – che nessuno ha il diritto di prendere a pretesto per iniziative e protagonismi di sigla”.

“L’obiettivo della nostra azione era e resta quello di ottenere risposte precise e puntuali su richieste altrettanto chiare, come lo è quella di avere risorse per rinnovare i contratti: una rivendicazione condotta in termini di rigorosa coerenza sul piano sindacale, senza alcuna interferenza con dinamiche di natura politica estranee al modo di essere e fare sindacato della Cisl. Dall’esito dell’incontro di lunedì 17 – conclude Scrima – dipenderanno le decisioni su come proseguire e intensificare la nostra mobilitazione, come affermato anche nell’intervento della segretaria generale Annamaria Furlan nella manifestazione in piazza del Popolo”

Roma 12 nov 2014

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Lavoro pubblico, 100.000 in piazza del Popolo!!

8nov_e2

Grandissima partecipazione al corteo e alla manifestazione di piazza del Popolo, dove si sono radunati tantissimi fra lavoratrici e lavoratori di tutti i settori del lavoro pubblico. Sul palco si sono susseguiti gli interventi dei rappresentanti delle professioni operanti nella scuola, nella sanità, nella ricerca, nelle pubbliche amministrazioni, nei servizi di sicurezza. Grande determinazione nel rivendicare il diritto al rinnovo del contratto, pronti a farne l’occasione per una vera riforma che assicuri ai cittadini servizi efficaci e di qualità.

Il governo apra le orecchie, di fronte al richiamo che viene da questa piazza - ha detto nel suo intervento la segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan -Vogliamo che il nostro lavoro sia riconosciuto per il valore che ha, e il primo modo di riconoscerlo è dare ai dipendenti pubblici il rinnovo contrattuale che manca da anni. Il governo apra il confronto, noi siamo pronti: ma anche pronti a percorrere le vie della mobilitazione e della lotta se continueranno a non arrivare risposte

CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima: un vecchio modo di attaccare il sindacato.

Trecentomila firme di lavoratori, raccolte per chiedere un diritto sacrosanto come il rinnovo del contratto, sono per la ministra Giannini un modo vecchio di fare sindacato. A noi sembra piuttosto vecchio questo tipo di attacchi, che sfuggono sempre al merito delle questioni e al confronto con gli interlocutori, in nome di “novità” che restano tutte da scoprire.
Il confronto vero e diretto con le persone e con i luoghi in cui esse lavorano è uno dei “fondamentali” del nostro modo di essere e fare sindacato. Quello della scuola è un mondo concreto e non virtuale, dalla cui viva esperienza non si può assolutamente prescindere. Questo è per noi il primo significato delle trecentomila firme raccolte nelle scuole, in un dialogo diretto che nessuna consultazione on line potrà mai avere la presunzione di sostituire.
Il nostro agire trova nelle leggi vigenti e in primis nella Costituzione riconoscimento e legittimazione. La nostra storia testimonia della capacità che abbiamo sempre avuto di sostenere, insieme alla tutela delle persone che rappresentiamo, i processi di innovazione necessari alla miglior qualità del sistema scolastico: siamo noi in questo senso ad augurarci che anche la ministra e il suo governo si dimostrino all’altezza del compito.

Roma, 30 ottobre 2014

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

PIU’ DI 250.000 FIRME RACCOLTE TRA IL PERSONALE PER SBLOCCARE IL CONTRATTO!!

ECCO IL TESTO DELLA LETTERA CHE I SINDACATI FIRMATARI HANNO TRASMESSO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO E AL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE.

Al Presidente del Consiglio dei Ministri
Al Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca
Al Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione

In queste settimane, gentile Presidente del Consiglio, oltre 250.000 docenti, ATA e dirigenti della scuola hanno apposto la loro firma, mettendo nero su bianco anche nome, cognome, scuola di servizio, per ricordare al Governo che hanno un contratto scaduto e non rinnovato dal 2007, che gli aumenti per anzianità, gli unici possibili, sono fermi, e che fino al 2019 non sono previsti aumenti di stipendio.
Una ingiusta, doppia penalizzazione. La raccolta delle firme è stata fatta nelle scuole, da chi nelle scuole lavora. Indicano a Lei e al Governo che occorre davvero cambiare orientamento sulla scuola e iniziare a valorizzare chi ogni giorno la fa funzionare con esiti di qualità.
Siamo certi che modifiche vanno introdotte già nella legge di Stabilità. #sbloccacontratto è la campagna promossa da tutte le organizzazioni rappresentative del comparto per dare voce a chi lavora a scuola. Il giorno 30 ottobre 2014 alle ore 10,30 in Piazza Monte Citorio avrà luogo una conferenza stampa per far conoscere l’ampiezza del risultato ottenuto, le sue motivazioni e i suoi esiti. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Pubblico impiego sempre responsabile anche con governi irresponsabili, compreso l’attuale!

Dura risposta di Francesco Scrima alle dichiarazioni di Davide Serra, che intervenendo al convegno PD della Leopolda invoca la limitazione del diritto di sciopero nei pubblici servizi.

Limitare il diritto di sciopero dei dipendenti pubblici? A Davide Serra viene da dire che sarebbe forse meglio limitare i movimenti di capitali all’estero. Certe uscite confermano che prima di azionare la lingua occorrerebbe accertarsi che sia inserito il cervello, o almeno i centri che presiedono alla memoria. Tanto per ricordare che il diritto di sciopero nei pubblici servizi è già da tempo regolato da norme, di legge e contrattuali. I lavoratori pubblici non hanno certo da prendere lezioni di responsabilità da Serra: di responsabilità ne hanno sempre dimostrato molta, anche di fronte al modo irresponsabile con cui sono stati trattati da tanti governi, compreso l’attuale che ancora una volta ne blocca il rinnovo dei contratti.

La manifestazione del lavoro pubblico in programma l’8 novembre vuol essere proprio questo: un forte e responsabile richiamo al governo e alla politica, perchè al lavoro pubblico siano riconosciuti la dignità e il valore che merita”.

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

LICENZIARE I DOCENTI? LICENZIAMO PIUTTOSTO CHI MALTRATTA LA SCUOLA

Il volto di una scuola è quello delle persone che ci lavorano. Sapere che i cittadini la considerano uno dei servizi che funzionano meglio – come ci dice l’indagine presentata ieri a Palermo nell’ambito di “Repubblica delle Idee” – è una grande soddisfazione proprio per chi, ogni giorno, fa vivere la nostra scuola con l’impegno e la dedizione di un lavoro sempre più difficile da svolgere e mai adeguatamente compensato.

Ci si aspetterebbe, da chi governa il sistema dell’istruzione pubblica, un cenno di soddisfazione e apprezzamento: ed ecco invece l’ennesima incauta esternazione della ministra Giannini che, intervistata da Repubblica, lamenta l’impossibilità di licenziare gli insegnanti, a causa dell’eccessiva sindacalizzazione del settore. C’è da rimanere francamente sconcertati per la superficialità e la gratuità di simili affermazioni, di cui si fa molta fatica a cogliere il senso. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

LEGGE DI STABILITA’ : L’AMARA REALTA’ DEI FATTI.

Le misure sulla scuola contenute nella Legge di Stabilità confermano la linea miope del Governo che, con l’ulteriore blocco del rinnovo dei contratti, perde l’occasione di investire sul miglioramento del servizio mortificando, invece, il personale e le condizioni di lavoro.

Mentre negli annunci non si perde occasione per dichiarare la centralità della scuola, nei fatti si sceglie ancora una volta di tagliare il personale e le risorse economiche destinate al funzionamento delle istituzioni scolastiche.
L’organico ATA, già oggi in sofferenza dopo il triennio di taglio della manovra Tremonti, diminuisce di 2.000 unità.
In caso di assenza del personale non si potrà ricorrere alla sostituzione con supplenze brevi.
Le risorse destinate all’ampliamento dell’offerta formativa, oggi utilizzate per contrastare la dispersione scolastica, per la formazione dei docenti, per le esperienze di alternanza scuola-lavoro, sono decurtate di 30 milioni di euro.
Grande innovazione, con un ritorno al passato per gli esami di maturità, con commissari che saranno scelti solo tra i docenti interni, ma con la novità che spariscono i compensi oggi previsti.
Da una parte gli slogan, nei fatti, un’amara realtà!
Roma, 16 ottobre 2014
Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

NEPPURE UN EURO PER IL RINNOVO DEI CONTRATTI!! SI RAFFORZANO LE RAGIONI DELLA MOBILITAZIONE DELL’8 NOVEMBRE!!

Che in una manovra da 36 miliardi non si trovi nemmeno un euro per rinnovare contratti di lavoro fermi da oltre sei anni non è solo un’ingiustizia per milioni di lavoratori e per le loro famiglie, è anche il segno di un’evidente incapacità di cogliere l’importanza e il valore del lavoro pubblico per la collettività.

Salute, sicurezza, istruzione e ricerca, previdenza, rete dei servizi territoriali, sono ambiti essenziali in cui si esprime e si esercita il diritto di cittadinanza e si costruisce comunità rafforzando la coesione sociale.

Non è certo penalizzando chi vi opera che si può sostenere l’efficacia e la qualità del servizio pubblico, ed è proprio la contrattazione il terreno giusto su cui costruire scelte condivise avendo per obiettivo la massima efficienza nell’uso delle risorse investite nel sistema. Quella del governo è una scelta miope e sbagliata, che mortifica la dignità del lavoro.

Si rafforzano dunque le ragioni che hanno indotto il pubblico impiego a indire la manifestazione nazionale dell’8 novembre come primo atto di un percorso di mobilitazione volto a cambiare la manovra del governo e a rinnovare i contratti del lavoro pubblico.

Roma, 16 ottobre 2014
Francesco Scrima, coordinatore CISL Lavoro Pubblico

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

TROPPE INVASIONI DI CAMPO DEL GOVERNO NELLE LINEE GUIDA SULLA SCUOLA !

Il MIUR ci invita, “analogamente” a quanto fa con i suoi uffici regionali, ad attivarci per il buon esito della consultazione sulla proposta del governo per la scuola. Insomma, a dare una mano, come il metano. Se vuol essere un segnale di attenzione, bisogna dire che è piuttosto stravagante e rivelatore di un’idea molto originale di che cosa siano le relazioni sindacali.

Sulla grande kermesse consultativa messa in campo, si conferma sempre di più – e si rafforza dopo qualche visita sulla piattaforma on line – l’impressione di una netta prevalenza di cura per i contenitori piuttosto che per i contenuti: il tentativo di stupire con effetti speciali piuttosto che ricercare e valorizzare sul serio le sedi di confronto, che non mancherebbero, in cui parlare col mondo della scuola e ascoltarlo davvero. Direttamente, e attraverso i soggetti che a vario titolo ne esprimono la rappresentanza. Tra questi il sindacato: libero il premier, insieme al suo governo e alla sua maggioranza, di decidere se e in quale misura interessarsi alle nostre idee o tenere conto delle nostre opinioni. Un po’ meno libero, crediamo, rispetto a prerogative che anche per legge, oltre che per contratto, appartengono alla sfera delle relazioni sindacali. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

RACCOLTA FIRME UNITARIA CGIL CISL UIL GILDA SNALS PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO!!

Come forse avrete già letto sui nostri siti nazionali, è partita una iniziativa unitaria che intende raccogliere il maggior numero possibile di firme contro il blocco del nostro contratto, per consegnarle al governo che ha ancora una volta rinviato la possibilità di un rinnovo.
Dobbiamo coinvolgere al massimo tutti i lavoratori della scuola, tanto più che l’azione è promossa da  tutte le sigle sindacali firmatarie di contratto.
Alleghiamo pertanto copia del volantino e del foglio per la raccolta delle firme, rivolto al personale a T.I. e a T.D. In servizio.
Stampate tutto in più copie e diffondetelo nelle vostre scuole.
Cari saluti
Il Segretario Territoriale
Antonella Velani
Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

PIANO SCUOLA: RENDERE CREDIBILI E PRATICABILI LE PROPOSTE.

Un documento corposo, ricco di dati e di elaborazioni, carico di ambizioni e su cui siamo pronti a confrontarci da subito, anche tenuto conto che molte delle questioni rientrano nell’ambito della disciplina contrattuale, come le stesse linee guida riconoscono in premessa alle proposte di intervento sul cosiddetto stato giuridico.

Sono infatti materia contrattuale gli orari di lavoro, la formazione in servizio, i trattamenti economici. Tutti punti sui quali le proposte del governo costituiscono una base di discussione che ci auguriamo si apra quanto prima nella sede giusta, che è quella del rinnovo contrattuale. Per questo non può passare inosservato il fatto che alla pubblicazione delle linee guida faccia riscontro l’ipotesi di un ulteriore blocco dei contratti pubblici formulata oggi in Parlamento dalla ministra Madia.

La complessità del documento comporta che tutti i temi vadano attentamente esaminati e approfonditi per una più compiuta valutazione; per restare a quelli di maggiore impatto, come le assunzioni (cui viene dedicato circa un terzo dell’intero documento) e le carriere dei docenti, gli obiettivi indicati sono indubbiamente suggestivi, ma i criteri alla base di alcune proposte sollevano non poche perplessità.

Sulle carriere, sono le stesse elaborazioni del governo a dimostrare che gli scatti di anzianità sono fin qui serviti a tutelare livelli retributivi tra i più bassi d’Europa: non è pertanto accettabile che vengano totalmente cancellati per consentire di finanziare benefici che vanno solo a una parte della categoria. Criteri nuovi, legati al merito, devono essere integrativi e non sostitutivi di un riconoscimento delle anzianità che avviene peraltro in tutti gli altri paesi d’Europa.

Sulle assunzioni, tema delicato perché investe le aspettative di migliaia e migliaia di persone, è scontato che si condivida l’obiettivo di una stabilizzazione del lavoro precario, da sempre rivendicata dalla Cisl Scuola. Ora il governo si impegni a garantire da subito, nella legge di stabilità per il 2015, le risorse necessarie per far fronte agli impegni annunciati: ne va della credibilità di un’operazione nella quale è troppo alto il rischio di alimentare illusioni e delusioni.

Roma, 3 settembre 2014

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

ACCORDO ARAN : RECUPERATO ANCHE IL 2012 AI FINI DEGLI SCATTI DI ANZIANITA’!

L’ipotesi di CCNL sottoscritta  all’ARAN  consente di ripristinare – dopo il 2010 e il 2011 già recuperati con gli Accordi precedenti – anche l’anno 2012 come annualità utile alla maturazione dello scatto di anzianità.

Sarà interessato, pertanto, al pagamento degli scatti il personale che prima del decreto-legge 78/2010 era inquadrato in un gradone con scadenza in uno dei mesi del 2012.

Chi aveva una scadenza della fascia stipendiale al 31 dicembre 2012, con l’accordo odierno avrà diritto all’attribuzione dello scatto e a percepire gli arretrati con decorrenza gennaio 2013.

Chi, invece, aveva una scadenza nel corso del 2012 (da febbraio a novembre) ha già percepito lo scatto dal mese successivo nel corso del 2013. Con l’accordo avrà diritto a mantenere lo scatto e a percepire 12 mesi di arretrati. Ricordiamo che per detto personale lo scatto era stato tolto a gennaio 2014, restituito con mandato a parte sempre nel mese di gennaio 2014 e ripristinato da febbraio 2014.

Il CCNL avrà anche l’effetto di consentire il pagamento dello scatto a coloro che hanno attualmente sul cedolino la scadenza del gradone nel corso del 2015. Chi, ad esempio, ha scadenza 30 aprile 2015, recuperando una annualità avrà la scadenza anticipata ad aprile 2014 e pertanto avrà diritto a percepire lo scatto e gli arretrati da maggio 2014. Infine, chi ha attualmente scadenza 31 dicembre 2015, non dovrà attendere gennaio 2016 ma percepirà lo scatto da gennaio 2015.

La conseguenza è quindi, per tutti, la riduzione di un anno rispetto alla scadenza attualmente indicata sul proprio cedolino di stipendio.

La piena applicazione da parte di NoiPA di quanto sottoscritto oggi all’Aran avverrà non appena completato l’iter procedurale del Contratto.

CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo | Commenti disabilitati

POSIZIONI ECONOMICHE ATA : FIRMATO L’ACCORDO ARAN.

L’accordo sul personale ATA firmato  all’ARAN  consente il pagamento dei benefici economici connessi alle posizioni economiche attribuite a partire da settembre 2011.

Le posizioni attribuite nel corso degli anni scolastici 2011/12, 2012/13 e 2013/14 sono valide giuridicamente in quanto formalmente assegnate dagli Uffici Scolastici al personale che ha frequentato la formazione prevista ed è in possesso di attestazione finale; dette posizioni per effetto del decreto-legge 78/2010 non avrebbero dovuto avere validità ai fini economici, con conseguente recupero delle somme già percepite.

Da febbraio 2014 il personale in questione ha visto sospeso il pagamento delle posizioni economiche.

L’accordo di oggi non solo consentirà a questo personale di recuperare le mensilità da febbraio ad agosto 2014, ma risolve anche il caso di quanti, pur individuati beneficiari della posizione economica nel corso del triennio indicato, non avessero ancora percepito alcuna mensilità. Ora potranno ottenere il pagamento di quanto spettante per i periodi che vanno dal 1° settembre dell’anno di riconoscimento giuridico del beneficio al 31 agosto 2014.

CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA | Commenti disabilitati

VISITE SPECIALISTICHE: FINALMENTE IL MIUR CI DA’ RAGIONE!!

In data 29 maggio 2014 il MIUR ha pubblicato un avviso diretto al personale di ruolo e non di ruolo appartenente al comparto scuola avente ad oggetto l’applicabilità delle modifiche intervenute in materia di assenze per visite specialistiche.

Il Ministero con tale avviso conferma pienamente quanto da noi sostenuto circa la non applicabilità al personale scolastico della circolare n.2/2014 sulle assenze per visita specialistica emanata dalla Funzione Pubblica.

Le indicazioni operative fornite dalla Circolare n. 2/2014 rispetto alle assenze per visite specialistiche, negando la possibilità di assentarsi per malattia, comportavano che per l’espletamento delle visite mediche il dipendente dovesse fruire dei permessi per documentati motivi personali, secondo la disciplina dei CCNL, o di istituti contrattuali similari o alternativi (come i permessi brevi o la banca delle ore).
In conseguenza di questa interpretazione, per l’espletamento delle visite mediche ed esami specialistici il personale (anche quello della scuola) avrebbe dovuto avvalersi esclusivamente dei permessi retribuiti per motivi personali di cui all’art. 15 del CCNL o dei permessi brevi ex. art. 16 del CCNL.
Questa tesi è stata da noi fortemente contestata, anche attraverso atti di diffida, in quanto la ritenevamo lesiva del pieno diritto alla salute e ciò in considerazione del fatto che molti dipendenti della scuola, per contratto, non disponendo, o avendo terminato i permessi retribuiti di cui all’art. 15 del CCNL, risultavano lesi del loro diritto alla salute.
Per tale ragione abbiamo sin da subito sostenuto che il personale scolastico debba continuare ad avere la facoltà di utilizzare l’istituto dell’assenza per malattia di cui all’art. 17 del CCNL del 29 novembre 2007, anche in virtù della considerazione che la modifica prevista dal DL 101/2013, che ha inserito il concetto di “permesso” e di “giustificazione dell’orario”, non ha snaturato l’istituto dell’assenza per malattia per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici necessarie alla tutela della propria salute.

CISL SCUOLA FIRENZE -PRATO

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SCRIMA AL MINISTRO GIANNINI: LA SCUOLA NON E’ UN MOBILE IKEA!

È comprensibile che al giorno d’oggi, e specialmente in campagna elettorale, si sia portati a inseguire la massima visibilità attraverso esternazioni che tuttavia, quando si ricoprono ruoli di grande responsabilità, andrebbero sempre attentamente misurate. Soprattutto quando si affrontano questioni delicate e complesse come quelle che riguardano istruzione e formazione.

La ministra Giannini dice oggi la sua sulla vexata quaestio della durata dei percorsi di studio, risolvendola con una soluzione che sembra il massimo della semplicità: anticipare di un anno l’ingresso a scuola, lasciando invariato tutto l’impianto ordinamentale. Per la verità non tanto invariato, perché la scuola dell’infanzia verrebbe ridotta a due anni, ancorché si tratti di un segmento formativo da tutti riconosciuto essenziale nel costruire le premesse di buon esito dei percorsi successivi; una scuola, inoltre, di riconosciuta qualità e prestigio anche in ambito internazionale, tanto che un ex ministro la definì a suo tempo uno dei nostri “gioielli di famiglia”.
Ma a parte questo, che comunque non è poco, stupisce come si possa considerare il sistema scolastico alla stregua di un armadio che è possibile semplicemente spostare un po’ più in qua o un po’ più in là. Né la scuola si può montare e smontare a piacimento, da una parte o dall’altra, come se fosse un componibile Ikea.
I percorsi di studio vanno costruiti avendo come essenziale riferimento le diverse tappe dell’età evolutiva. Ogni ipotesi di riforma deve tenerne debitamente conto: non sono consentite improvvisazioni e approssimazioni.

Roma, 21 maggio 2014
Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

TFA E GRADUATORIE DI ISTITUTO : LA CISL SCUOLA DENUNCIA E DIFFIDA.

In allegato la nota di denuncia e diffida inviata al Ministro, al capo di gabinetto e al Capo Dipartimento Istruzione dopo gli esiti dell’incontro odierno e la constatazione dell’avvenuta firma del decreto ministeriale sull’aggiornamento delle graduatorie di istituto in assenza di reale confronto sindacale e con un testo che, alla luce delle dichiarazioni pubblicate sul sito del MIUR, appare in evidente contrasto con la normativa vigente.

Graduatorie_istituto_diffida

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

“BASTA OMERTA’ SUI VERI PRECARI”

SCARICA E DIFFONDI IL VOLANTINO REALIZZATO DALLA CISL PER PROMUOVERE LA CAMPAGNA

“BASTA OMERTA’ SUI VERI PRECARI”

ORG1420All_PRECARI manif.9.4.14

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scrima: basta polemiche assurde, si rinnovi il contratto!

Ennesima esternazione della ministra Giannini, che questa volta se la prende con i sindacati i quali, a suo dire, quando contrattano chiedono solo il “minimo garantito” per tutti e non di valorizzare chi lavora meglio. Parole che suonano irrispettose non tanto per i sindacati, quanto per i lavoratori della scuola, delle cui retribuzioni la ministra è evidentemente all’oscuro. Forse non sa quanto guadagna una categoria che mediamente sta sotto lo stipendio con cui, a detta del premier, si fa fatica a vivere. Conosce poco anche come si fa un contratto, la ministra Giannini. La invitiamo a riflettere sul fatto che la contrattazione avviene sulle risorse che il governo rende disponibili: se queste bastano appena a soddisfare “il minimo garantito”, come lei sprezzantemente lo definisce, non è certo colpa dei sindacati. Sono anni che chiediamo di avere le risorse necessarie per introdurre elementi nuovi e diversi di progressione nella carriera. Un ministro e un governo che vogliano sul serio rimettere al centro la scuola si facciano carico di questo, invece di avventurarsi in polemiche prive di fondamento e di senso.
È persino paradossale, a dire il vero, che si polemizzi sui contenuti di una contrattazione di cui al momento non si vede nemmeno l’ombra. L’ultimo contratto risale al 2007, lo ricordiamo alla ministra Giannini, invitandola ad attivarsi perché si giunga quanto prima ad aprire la stagione del suo rinnovo:  finalmente, dopo tanto parlare di merito, avremmo l’opportunità di “entrare nel merito” di ciò che serve davvero per migliorare la scuola valorizzandone le professionalità.

Roma, 20 marzo 2014

Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SCRIMA: STIPENDI NELLA SCUOLA: ECCO PERCHE’ SONO UN’EMERGENZA.

Si trasmette, in allegato, il “lancio” di agenzia (Scrima: “Stipendi nel settore sono un’emergenza”)  a commento delle affermazioni di Renzi nel corso dell’intervista rilasciata domenica scorsa, 9 marzo, a Fabio Fazio.

Il Presidente del Consiglio in quell’occasione aveva asserito, tra l’altro, che “sotto i 1.500 euro (mensili, n.d.r.) si fa fatica a vivere”.

CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO

vai al comunicato ScrimaSuEmergStipendi_13mar_14

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

INACCETTABILE COMPORTAMENTO DEL MIUR SU POSIZIONI ECONOMICHE ATA

Pubblichiamo il comunicato congiunto CISL UIL SNALS GILDA sull’inaccettabile comportamento del Miur in merito al blocco delle posizioni economiche ATA previsto da Marzo e sul recupero delle somme corrisposte dal 1 settembre 2013 agli aventi diritto.

( tutti coloro che hanno il beneficio economico dal 1/9/2011)

CISL SCUOLA FIRENZE -PRATO

Posizioni_ATA_13feb2014

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

RICORSO PAGAMENTO FERIE SUPPLENTI A.S. 2012/13

PER PRESENTARE IL RICORSO ATTO AD OTTENERE IL PAGAMENTO DELLE FERIE MATURATE E NON PAGATE AL PERSONALE A TEMPO DETERMINATO PER L’ANNO SCOLASTICO 2012/13 OCCORRE PRESENTARE I SEGUENTI DOCUMENTI:

COPIA CONTRATTO DI LAVORO

CEDOLINO STIPENDIO 2012/13

CALCOLO FERIE SPETTANTI ( A CURA DELLA SCUOLA)

IL RICORSO, PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO, E’ A CURA DEL NOSTRO UFFICIO LEGALE ED E’ RISERVATO AI SOLI ISCRITTI CISL SCUOLA O A COLORO CHE SI ISCRIVONO PER L’OCCASIONE.

CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DOCENTI EDUCAZIONE FISICA.

LA CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO ORGANIZZA UN CORSO DI FORMAZIONE- AGGIORNAMENTO PER DOCENTI DI EDUCAZIONE FISICA ISCRITTI  ALLA CISL SCUOLA O CHE SI ISCRIVANO PER L’OCCASIONE.

TROVERETE TUTTI I PARTICOLARI E LE DATE NELL’ALLEGATA LOCANDINA .

CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO

Locandina corso di formazione Ed fisica

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale Docente, Precari | Commenti disabilitati

Sui PAS basta inerzie e ostruzionismo, intervenga il ministro.

Troppi ostacoli e inerzie da parte delle Università nell’avviare i Percorsi Abilitanti Speciali, soprattutto per la scuola dell’infanzia e primaria ma anche per tante classi di concorso della secondaria. Una situazione intollerabile, che sta mettendo a rischio le attese di migliaia di docenti precari. La Cisl Scuola, che sull’attivazione dei PAS si è spesa con determinazione in un confronto continuo con l’Amministrazione, ribadisce oggi le sue denunce con una lettera alla ministra Carrozza, ricordandole gli impegni che aveva assunto il 28 gennaio nell’incontro con i sindacati. In tale occasione Francesco Scrima, nel segnalare i ritardi e talvolta il dichiarato ostruzionismo da parte delle Università nel procedere all’avvio dei corsi, aveva invitato la ministra a intervenire, proprio nella sua qualità di ministro non solo dell’Istruzione, ma anche dell’Università, perché l’esercizio di una malintesa autonomia non finisse per compromettere la programmazione dei corsi predisposta dal MIUR.
Da allora nessun riscontro e il perdurare di inadempienze in molte realtà, su cui la Cisl Scuola chiede nuovamente un urgente intervento della ministra perché si diano le giuste risposte alle attese dei docenti interessati ad acquisire il titolo di abilitazione.

CISL SCUOLA

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

PAS : PUBBLICATO L’ELENCO DELLE CLASSI DI CONCORSO ATTIVATE IN TOSCANA

E’ STATO PUBBLICATO SUL SITO DELL’UFFICIO SCOLASTICO DELLA TOSCANA (WWW.TOSCANA.ISTRUZIONE.IT ) L’ELENCO DEI PAS ATTIVATI NELLA NOSTRA REGIONE.

PER QUANTO RIGUARDA L’ATTIVAZIONE DEI PAS PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA, AL MOMENTO ESCLUSA ,  SIAMO IN ATTESA DI EVENTUALI, ULTERIORI, COMUNICAZIONI DA PARTE DELLO STESSO UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE.

CISL SCUOLA FIRENZE-PRATO

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SCATTI DI ANZIANITA’ PERCEPITI NEL 2013: RESTITUZIONE IMMEDIATA DELLA RITENUTA EFFETTUATA SUGLI STIPENDI DI GENNAIO

Stanno pervenendo segnalazioni da parte dei lavoratori che hanno percepito nel 2013 lo scatto di anzianità e che stanno riscontrando nel cedolino di gennaio 2014 una ritenuta fino a un massimo di 150 euro.

La decurtazione è stata effettuata poichè le procedure di elaborazione degli stipendi, che avvengono con congruo anticipo rispetto all’effettiva liquidazione, sono state concluse prima dell’impegno a bloccare i recuperi.

Informiamo che la cifra trattenuta verrà rimborsata con un’emissione speciale che avrà la stessa valuta dello stipendio di gennaio.

Riportiamo di seguito la nota che è pubblicata al riguardo nel banner del portale NoiPA. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo | Commenti disabilitati

Scatti: non sono i nostri accordi a penalizzare le scuole!!

La ministra Carrozza, intervenendo a una nota trasmissione televisiva, ha dichiarato che per il pagamento degli scatti di anzianità al personale della scuola si vedrà costretta, parrebbe suo malgrado, ad applicare accordi “che si trascinano dal passato” e che mettono “in sofferenza i fondi per il funzionamento della scuola”. Come sempre accade, le mezze verità possono dar luogo a uno stravolgimento dei fatti che un sindacato come la Cisl, protagonista degli accordi cui la ministra allude, non può in alcun modo tollerare. Vale dunque la pena fare alcune precisazioni.
Le intese cui l’on. Carrozza fa riferimento sono due: la prima, nel 2010, consentì di utilizzare per il recupero degli scatti risorse che avevano in origine un’altra destinazione (il 30% delle economie realizzate annualmente dal MIUR, che la legge finalizzava alla valorizzazione del merito); la seconda, nel 2012, ci vide costretti – noi sì, in assenza di altre risorse – a dirottare sulle anzianità una quota di quelle che il contratto destina al pagamento delle attività di “miglioramento dell’offerta formativa”. Proprio perché si trattava di risorse contrattuali, fu necessaria un’apposita intesa negoziale, definita e sottoscritta all’ARAN. Nel firmarla, eravamo ben consapevoli di ridurre la possibilità di pagare prestazioni aggiuntive, ma altrettanto convinti della necessità di tutelare in via prioritaria un elemento fondamentale della retribuzione di tutti. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

Scatti, a ciascuno il suo. Ora la politica faccia un altro passo

La questione del recupero delle somme già pagate per gli scatti di anzianità si è chiusa come da noi chiesto fin da subito, col ritiro di un provvedimento iniquo e insensato. Ed è subito scattata, inevitabile, la corsa a intestarsi il merito della soluzione di un problema che non avrebbe nemmeno dovuto porsi.
Ai tanti - ma verrebbe da dire “ai tutti” - che si sono stracciati in queste ore le vesti per quanto stava accadendo, vorremmo ricordare che la questione scatti è aperta dal 2010; che da allora sono cambiati tre governi e quattro maggioranze parlamentari, ma che il rimedio ai danni prodotti da norme di legge fortemente penalizzanti per chi lavora nella scuola è venuto solo grazie all’iniziativa costante e determinata condotta sul piano sindacale da alcune organizzazioni e di cui la Cisl è stata forte protagonista. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

URGENTE : SOSPESA LA PROCEDURA DI RECUPERO DEGLI IMPORTI PER LE POSIZIONI ECONOMICHE DEL PERSONALE ATA

In allegato la nota con cui si comunica la sospensione delle procedure di recupero delle somme erogate per le posizioni economiche del personale ATA.

blocco erogazione beneficio pers_ATA

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Precari | Commenti disabilitati

VERGOGNA!! CHIESTA LA RESTITUZIONE DELLE SOMME PERCEPITE PER POSIZIONI ECONOMICHE DAL PERSONALE ATA

  • Senza alcun preavviso e in assenza di ogni confronto con le organizzazioni sindacali, il MIUR ha inviato ieri 7 gennaio una nota agli Uffici Scolastici Regionali comunicando che – presumibilmente a partire dalla mensilità del prossimo febbraio – si darà luogo al graduale recupero delle somme corrisposte negli anni scolastici 2011/12 2012/13 al personale ATA individuato, negli stessi anni, come avente titolo all’attribuzione della I e II posizione economica di cui alla sequenza contrattuale 12 maggio 2011. Di tale beneficio economico, conseguente alla frequenza dell’apposito corso di formazione e comportante l’attribuzione di più complesse mansioni, è stata messa in discussione la legittimità da parte del MEF e del Dipartimento Funzione Pubblica, che hanno mosso rilievi al già citato CCNI del 12 maggio 2011, rilievi riconducibili alle norme di “congelamento” delle retribuzioni varate nel 2010.
  • Sulla vicenda, come si ricorderà, siamo più volte intervenuti ribadendo la validità del contratto sottoscritto e riscontrando su questo un’identità di vedute del MIUR, che ha infatti replicato in maniera argomentata ai rilievi di cui sopra. Nel frattempo, al fine di ottenere una soluzione definitiva del problema, abbiamo sollecitato un intervento in sede legislativa sia in occasione della conversione in legge del DL 104/2013 (L’istruzione riparte), sia del percorso parlamentare di approvazione della legge di stabilità per il 2014. In entrambe le circostanze i nostri tentativi non hanno avuto esito, per l’insormontabile contrarietà del MEF.
  • Ciò premesso, in coerenza con le posizioni fino ad oggi assunte sulla vicenda, riteniamo assolutamente inaccettabile quanto prospettato nella comunicazione del MIUR, formalmente consegnataci oggi, e in quanto tale ne abbiamo chiesto il ritiro, richiesta che formalizzeremo quanto prima con atto di diffida e messa in mora, salvo che non ci venga comunicata nel frattempo la sospensione della procedura di recupero ipotizzata nella nota di cui sopra.

SEGRETERIA CISL SCUOLA

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Precari | Commenti disabilitati

ULTIM’ORA : ORE 10,22 LETTA : “PROF. NON DEVONO RESTITUIRE GLI SCATTI PERCEPITI”

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO:

“IL PERSONALE NON DEVE RESTITUIRE I SOLDI PERCEPITI NEL 2013 PER RECUPERO SCATTI”

decisione scaturita da incontro Letta/Saccomanni/Carrozza

 

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati

SCATTI : UN PASTICCIO CHE SI PUO’ E SI DEVE EVITARE!

La decisione di procedere al recupero delle somme già corrisposte a chi è passato a una nuova posizione stipendiale nel 2013, oltre a costituire un clamoroso atto di incoerenza tra parole e fatti da parte del Governo, è contestabile sotto diversi profili. Anzitutto quello della legittimità, perché si dà applicazione con effetto retroattivo a norme entrate in vigore in chiusura d’anno; ma soprattutto quello dell’opportunità, dal momento che al prelievo di oggi dovrà seguire la restituzione agli interessati non appena si definirà l’intesa – su cui il confronto è già avviato – per il recupero di validità del 2012 ai fini delle progressioni di anzianità.

La questione è davvero complessa, perché si intrecciano in questo momento gli effetti del blocco disposto nel 2010 (che “sterilizzava” il triennio 2010-11-12 ai fini della maturazione degli scatti) con quelli del provvedimento che proroga tale blocco per un ulteriore anno (il 2013), pubblicato in Gazzetta Ufficiale a fine ottobre 2013 e in vigore dal 9 novembre.

Chi è destinatario del “recupero” che il MEF ha deciso di attivare a partire dalle retribuzioni di gennaio? Si tratta di coloro che, prima del blocco triennale degli scatti deciso nel 2010, avrebbero avuto diritto ad acquisire il passaggio alla nuova posizione stipendiale nel corso del 2012. Col recupero di validità del 2010, tale scadenza per loro veniva a collocarsi nel 2014 (anziché nel 2015, come il blocco triennale avrebbe comportato). Recuperata la validità anche del 2011 -  grazie all’accordo sottoscritto a marzo 2013 – l’attesa si riduceva di un anno e la nuova scadenza era fissata al 2013, nel corso del quale infatti si sono visti attribuire la nuova posizione stipendiale. Continue reading

Posted in CISL, Dirigenti Scolastici, Personale ATA, Personale Docente, Personale Educativo, Precari | Commenti disabilitati